venerdì 30 settembre 2016

CARTA DA PARATI

Buongiorno! oggi ho deciso di affrontare un argomento che avevo inserito nelle bozze da mesi e mesi...la carta da parati. Se ne vedono di mille tipi, materiali, fantasie e usi diversi, mille i dubbi nel momento in cui si decide di usarla: quale scegliere? di che materiale?, questo post vuole aiutarvi un pochino nella scelta. Partiamo dai materiali.
Ce ne sono di tanti tipi: Carta, tessuto, vinile, fibre naturali, fili metallici, pvc, e questi ne sono solo alcuni...
Le versioni viniliche sono le più resistenti soprattutto se abbinate a un supporto in tnt (tessuto non tessuto); in questo caso si possono utilizzare anche in bagno e in cucina, mentre se abbinate ad un supporto in carta sono piuttosto leggere.
Comunque sono lavabili, che non significa che ci si può fare il lancio della pizza, non si possono usare prodotti chimici, ma una spugnetta umida con sola acqua o con saponi neutri... ripeto che questo tipo di carta va bene per cucina e bagno quindi magari per la camera da letto o altre stanze si possono usare carte più economiche e meno performanti.


























Le carte da parati in tessuto possono essere in cotone, seta, feltro, raffia, corda e la variazione è data da come sono posizoinate le fibre: per il lungo o intessute sul fondo in carta o in tessuto ( io avevo una carta da parati in corda con fibre posizionate per lungo in cameretta quando ero piccola e dopo qualche anno i fili hanno iniziato a staccarsi...non bello direi, credo ci siano stati dei miglioramenti nella produzione, alla fine la mia era una carta montata a fine anni 80).
Carta in cellulosa naturale è la più diffusa ma se formata da un solo strato risulta essere troppo leggera e assorbe molto l'acqua ma usando una finitura d'impregnante vinilico protettivo può diventare più robusta.
Questa è solo una piccola infarinatura sui materiali che troviamo in commercio, ora passiamo alle fantasie.


La composizione Floreale ricorda le carte da parati inglesi di William Morris ( Arts & Crafts)

molto romantica ma magari è bene usarla solo su una parete, magari come sfondo ad un divano o al letto. Sempre attuale il trend che la vede ridotta addirittura ad una semplice striscia.
Ma le mie preferite sono le carte con motivi geometrici, ovviamente bisogna stare attenti nel momento della posa alle interruzione dei disegni, ma su superfici estese fanno un ottima riuscita.



e poi viene lei la Regina del design delle carte da parati Orla Kiely, sicuramente adesso che vedrete le immagini delle sue carte saprete di chi parlo...




e con questo spero di esservi stata un minimo d'aiuto...a presto ;)




E' il momento della musicaaaa, come sempre alzate il volume, adesso una canzone che canto a squarciagola in macchina con i miei bimbi...buon ascolto 



giovedì 29 settembre 2016

SKETCHBOOK 1

Non posso farci niente alla fine questa pagina l'ho aggiunta...un giorno mi sveglio, guardo case, vedo pezzi di design e ho voglia di scrivere e descrivereli, anche perchè è il mio lavoro, ma io non sono solo questo perchè altri giorni non resisto e allora prendo una tela o semplicemente l'album degli schizzi e comincio a dipingere schizzare e fare altro. Ciclotimica forse? non so...comunque ora, se volete, vi beccate anche quest'altra cosa :) 






sabato 10 settembre 2016

DENIM DRIFT

Buongiorno a tutti...ho appena scoperto una cosa sconvolgente e a tratti allucinante: esiste un team di massimi esperti in design e decor che si riuniscono per stabilire quale sarà il colore di tendenza per l'anno a venire (ahaha). 
Scusate l'ironia, chi mi conosce lo sa che sono una gran simpaticona (ovviamente scherzo) :).Nulla togliere alle altre ragazze blogger, che sicuramente sono più brave di me e hanno più lettori, ma la notizia è stata data come se fosse di vitale importanza per l'umanità e invece si tratta di semplice pubblicità alla ditta di vernici che si è inventata questa cosa, come tutto ciò che parla di moda e tendenze. Non esiste tendenza fino a quando non ce la spalmano sulle riviste un giorno si e l'altro pure..Ma in fin dei conti anche un blog sull'interior design serve a questo e campa di questo :P 
Quindi, per allinearmi a tanto clamore, anch'io ho deciso di rivelarvi il colore scelto per il 2017...color color Denim Drift: una tonalità di blu desaturata con una punta di grigio al suo interno. Devo dire che questo colore è uno dei miei preferiti e non  perchè è il colore dell'anno :)

Ecco a voi qualche esempio così per renderci conto con quali tipi di mobili può essere accostata una parete di questa tonalità, ed  infine vi mostrerò la foto della mia camera da letto, con colori scelti più di 2 anni fa (lo so, vi ho messo una curiosità incredibile)!










Ed ecco a voi la mia camera da letto,o camera dei sogni, anche se da 5 anni a questa parte molto brevi e interrotti spesso dalla parola MAMMAAA!!! ma comunque dei sogni. (per correttezza devo ammettere che oltre a mamma la parolina magica spesso è anche PAPA'A'A'A'!!! hihihi).

E adesso la domanda sorge spontanea: perchè non hanno invitato anche me nel team di massimi esperti per la scelta del colore dell'anno??

A presto!!! e prometto che nel prossimo articolo sarò più seria ;) 
Ed ora mettete il volume al massimo! Buon Ascolto!!!!



martedì 6 settembre 2016

10 IDEE "PER LA ZONA STUDIO"

Dopo ben due settimane di vacanza in Puglia, dopo aver conosciuto persone speciali ed aver visto paesi spettacolari, sono tornata ad occuparmi dei miei lavori e del blog... Immagino di esservi mancata moooltissimo .ahahaah
Come ogni anno, settembre è il momento dei buoni propositi, quindi mi sono detta che magari partire dalla scrivania o dalla zona studio, poteva essere un buon inizio :)
Pinterest come sempre viene in mio soccorso ed ecco quello che ho selezionato per me e per voi:
1
2
3
4
5
6
7
Questa foto è di una casa che presto vi mostrerò!! 
8
9
10
E con queste immagini auguro a tutti buon lavoro e un anno pieno di soddisfazioni :) see you soon...

Novità per l'anno 2016/2017 del sottomarino:  tanta musica!!